Emergency

abbi il coraggio di pensare (Quintus Horatius Flaccus) - traduzioni

atrévete a pensar (Quintus Horatius Flaccus) - traduzioni

Fondazione Logos
Arcoiris TV

Chi è Online

205 visite
Libri.itFOTOGRAFIA IN BIANCO E NEROILLUSTRATION NOW! FASHION (IEP) - #BibliothecaUniversalisASSEMBLARE!RENOIR. PITTORE DELLA FELICITÀBRAUN/HOGENBERG. CITIES OF THE WORLD

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lingua: PORTOGHESE

Totale: 22

Attimi con animali - Augen Blicke


Si tratta di un lavoro fotografico con immagini di animali, poco movimento quasi poesia, con citazioni di personaggi come ad esempio Gandhi, che sottolineano il carattere degli animali, la loro esistenza che noi uomini non rispettiamo.
Dopo avergli tolto la terra e lo spazio vitale gli togliamo anche l'anima.
Il filmato vuole toccare il cuore, ridare l'anima agli animali con il silenzio dei loro volti e dei loro occhi.
Visita il sito: www.radio-santec.com

NZINGA, Atabaques

XXII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico in Rete
Le immagini e il ritmo delle navi dei negrieri che attraversavano l'oceano portando cumuli di corpiafricani da introdurre nel traffico di schiavi, l'attività con più alti profitti nel Brasile coloniale.Il film, apertamente dedicato a Nzinga M Bundi, regina africana di Matamba (eroina della resistenza inAngola nel 16 secolo), sottolinea il senso della resistenza culturale portata avanti nascostamente e in segreto,come la più grande conoscenza e forza della storia del popolo nero in Brasile. Vedremo due protagoniste: la figurasaggia di Mãe de Santo, custode della memoria africana e brasiliana, e l'iniziata Ana (ribattezzata poi Nzinga dallasacerdotessa del Candomblé), percussionista in cerca della conoscenza sulla scorta del "richiamo del tamburo",capace di un risveglio della coscienza nell'alveo di una grande avventura musicale.Il tamburo, infatti, ha sempre rappresentato il ritmo dei rituali di transizione: la nascita, la pubertà,il matrimonio e la morte, momenti in cui gli spiriti vengono richiamati come guida.Inizialmente si crea un cerchio di percussioni evocatrici della musica sacra che presto raggiungono un'esplosione di ritmo e poesia.Il Búzios (Oracolo africano, magico gioco di conchiglie) viene trattato come una terapia, capace di indirizzarel'anima di Ana, assetata di luce, verso la comprensione dei propri desideri in un momento di isolamentospirituale. Il film presenta stelle della musica popolare brasiliana come Naná Vasconcelos,Paulo Moura, Ilê Ayê, Banda Didá, Zé Neguinho do Coco, Lia de Itamaracá, gruppi di danza quali Bacnaré e Majê Molê...
Regia: Octávio Bezerra
Soggetto: Rose La Creta e Octávio Bezerra
Sceneggiatura: Rose La Creta Octávio Bezerra (collaborazione di Amílcar Claro)Diario Poetico: Elisa Lucinda
Fotografia: Hélio Silva e José Guerra
Montaggio: Sueli Nascimento
Musica (direzione): Naná Vasconcelos
Suono: Juarez Dagoberto
Interpreti: Taís Araújo, Lea Garcia, NanáVasconcelos, Paulão, Paschoal Villaboim, Mestre Leopoldina, Nestor Capoeira Gruposde dança Magê Mole e BacnaréProduttore: Rose La CretaProduzione: Olhar Feminino Produções LtdaAnno di produzione: 2006
Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Valsa para Bruno Stein

XXII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico in Rete
In un luogo sperduto nel nulla, lontano persino dai piccoli villaggi dell'interno del Brasile,vivono Bruno Stein e la sua famiglia. Tre generazioni in conflitto. La nipote, Verónica, non vedel'ora di scappare via; Valeria, la nuora, cerca di rassegnarsi alla propria solitudine (suo marito, il figlio di Bruno,
è camionista e vive per gran parte del proprio tempo sulla strada); Bruno Stein non si aspetta dalla vita altro che la morte.Bruno giunse in Brasile con la famiglia dalla Germania all'indomani della seconda guerra mondiale. Tutta la sua vita è stataforgiata dai rigidi precetti della morale protestante. Il tempo è trascorso e non riesce ancora a trovare un proprio spazio all'internodella famiglia. Le nipoti lo ignorano, la moglie ormai non rappresenta molto per lui e, soprattutto, la paura della morte lo accompagnaogni giorno. Bruno cerca di farsi assorbire dal lavoro nella sua fabbrica di mattoni, con le sue sculture di fango, ma nulla riesce più a motivarlo.L'arrivo di un nuovo impiegato, Gabriel, che ai suoi occhi appare simbolicamente come un arcangelo,mette in moto vari cambiamenti in quella che sembrava ormai una vita senza scopo.
Regia: Paulo NascimentoSceneggiatura: Paulo NascimentoFotografia: Roberto LagunaMontaggio: Claudio FagundesMusica: André TrentoSuono: André FittoniInterpreti: Walmor Chagas, Ingra Liberato, Marcos Verza, Fernanda MoroProduttore: Paulo Nascimento, Marilaine Castro da Costa, Beto Rodrigues, Walmor Chagas, Roberto Laguna, Rosilda FreitasProduzione: Accorde Filmes in co-produzione con Panda Filmes e Be FilmesAnno di produzione: 2007
Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Anabazys

XXII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico in Rete
Le motivazioni che spinsero il geniale cineasta brasiliano Glauber Rocha alla realizzazione del filmA Idade da Terra (L'età della terra, 1980) che delineò la genesi della rivoluzione audiovisiva contemporanea:la sintesi artistica, l'ispirazione, l'essenza di quel, per dirla con Fernando Birri, "testamento del futuro",intriso di evoluzione nella sintassi dell'immagine e di implicito agire politico, così avanguardista epersino sovversivo agli occhi di molti detrattori. Le musiche, la scenografia, il senso avanzato della recitazione,le controversie nate in seno al festival veneziano (che ne ha recentemente riproposto la versione restaurata),l'estetica di quello che Rocha definì "cinema spaziale". Anabazys (ascensione) espone in tredici capitoli autonomiil principio di quella visionaria creazione cinematografica, rivissuta nel racconto coinvolgente di Pizzini edella figlia, Paloma Rocha, di Glauber (implicita voce narrante e leit del percorso filmico).
Partecipano alla realizzazione del documento, e restituiscono il senso di una mediazione storica ei un approfondimento intorno alle sensibilità che originarono un'opera paradigmatica, coloro che(membri dell'equipe di regia, attori, amici) furono coinvolti nell'avventura creativa del primo film.
Regia e Sceneggiatura: Joel Pizzini e Paloma RochaInterpreti: Glauber Rocha, Norma Bengell, Orlando SennaAnno di produzione: 2007
Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

City Of God - 10 Years Later

Il documentario mostra cosa sia cambiato nella vita degli attori protagonisti del lungometraggio City of God del 2002. Gli attori che interpretarono Dadinho, Bené e Li'l Zé, così come l'attrice Alice Braga e il musicista e attore Seu Jorge, hanno partecipato a questo documentario dieci anni dopo aver recitato nel precedente film, diretto da Fernando Meirelles.

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Jango - como, quando e por que se derruba um presidente

O filme refaz a trajetória política de João Goulart, o 24° presidente brasileiro, que foi deposto por um golpe militar nas primeiras horas de 1º de abril de 1964. Goulart era popularmente chamado de "Jango", daí o título do filme, lançado exatos vinte anos após o golpe. A reconstituição da trajetória de Goulart é feita através da utilização de imagens de arquivo e de entrevistas com importantes personalidades políticas como Afonso Arinos, Leonel Brizola, Celso Furtado, Frei Betto e Magalhães Pinto, entre outros. O sugestivo slogan do filme foi "Como, quando e por que se derruba um presidente"2 .

O documentário captura a efervescência da política brasileira durante a década de 1960 sob o contexto histórico da Guerra Fria. Jango narra exaustivamente os detalhes do golpe e se estende até os movimentos de resistências à ditadura, terminando com a morte do presidente no exílio e imagens de seu funeral, cuja divulgação foi censurada pelo regime militar.

O Prólogo

El Prólogo è un documentario che affronta il tema dell'uso della propaganda politica attraverso il cinema e la televisione degli anni '60 in Brasile e svela la cultura dei vecchi cortometraggi in programma prima delle sessioni principali del cinema. Quando la televisione non aveva ancora spopolato, questi corti avevano l'obiettivo principale di fungere da canale di notizie, di informazioni e di discussione fra il mondo e la quotidianità della gente. Partendo dalle dichiarazioni dei professionisti coinvolti e dalle immagini d'archivio, il documentario racconta la storia del cinema documentale fatto nella prima metà degli anni '60. Il racconto dei tecnici, dei produttori e degli spettatori aiuta a riscoprire queste opere cinematografiche e il loro valore politico e storico. Il documentario permette allo spettatore di conoscere gli antecedenti del regime del 1964 e la propaganda politica dell'epoca. La distanza temporale permette di tracciare una precisa differenza con quel periodo, facendo autocritica di molti equivoci, che molte volte fanno pensare ad un ripetersi degli eventi passati. El Prólogo è soprattutto il registro di una memoria sempre più rara che guadagna d'importanza grazie all'opportunità di incontrare alcuni degli ultimi professionisti che vissero l'esperienza e l'impegno di fare tali documentari.

Corbiniano

Documentario sulla vita e sull'opera di uno dei più importanti artisti plastici brasiliani, riconosciuto per aver creato figure sinuosamente allungate in alluminio fuso. Corbiniano intercala dichiarazioni e situazioni relative al lavoro di un artista unico e primordiale per le arti, specialmente per il contesto brasiliano

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Sul sentiero per Dakar world social forum 2011 - Islandia- Brasil

Islandia membro del Bahia black Movement parla della mobilitazione in Brasile per preparare il Forum sociale mondiale di Dakar e l'importanza del forum per il popolo nero in relazione alla diaspora.Intervista realizzata da: Focuspuller con Ciranda e E-Jossour Maroc . "Shared coverages for Another Possible World"

Visita il sito: www.worldsocialforum.info

Criancas autistas

La visione del mondo autistico, dove il movimento e il silenzio hanno la funzione del linguaggio.