Chi è Online

178 visite
Libri.itSTOPTYPE. A VISUAL HISTORY OF TYPEFACES & GRAPHIC STYLESNYT. 36 HOURS. BEACHES, ISLANDS, & COASTSBESTIARIO DELLE CREATURE FANTASTICHE MESSICANETAVOLA SMERALDINA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lingua: PORTOGHESE

Totale: 22

Mi amigo Nietzsche

Imagina que un niño de las favelas de Brasil encontrase este libro. Esta es la premisa de la que parte un multipremiado corto que está maravillando a todo el que tiene la suerte de cruzarse con él. "Mi amigo Nietzsche" se titula en realidad "Meu amigo Nietzsche" y es un corto cinematográfico brasileño escrito y dirigido por Fáuston da Silva.
El cortometraje dura tan sólo quince minutos y narra una historia relativamente simple pero una profundidad de la que carecen la mayoría de películas que podemos encontrar en cartelera.

DIRECTOR: Fáuston da Silva
GUIÓN: Fáuston da Silva, Tatianne Silva
ARGUMENTO: Tatianne Silva
STORYBOARD: Fáuston da Silva
FOTOGRAFÍA: André Lavenere
MÚSICA: André Moraes
MONTAJE: Fáuston da Silva
DIR. ARTÍSTICO: Carol Mariko
VOZ EN OFF: André Araújo
PRODUCTOR: Fáuston da Silva
PRODUCTORA: Fáuston. Fáuston da Silva. Brasília. 71913360. 556184172415. fauston1@bol.com.br.
INTÉRPRETES: André Araújo, Juliana Drummond, Simone Marcelo, Andrade Júnior

Irmãos de alma

Il parco e due amici. Thelma (Nadja Mitidiero) svela
un antico segreto a Rui (Filipi Silveira) provocando
conseguenze che possono influenzare questa bella
amicizia.

Sceneggiatura: Filipi Silveira
Fotografia: Roberto Leite
Montaggio: Roberto Leite e Kinho Guedes
Suono: Israel GarcÍa e Rafael Higa
Musica: Raphael Aguirra de Andrade
Scenografia: Filipi Silveira
Interpreti: Filipi Silveira, Nadja Mitidiero, Tero
Queiroz, Pedro Araujo, Fernanda Filiu e Luiz Pinho
Produttore: Filipi Silveira e Roberto Leite
Produzione: Zion Filmes e Cerrados Filmes

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Irmãos de alma

Il parco e due amici. Thelma (Nadja Mitidiero) svela
un antico segreto a Rui (Filipi Silveira) provocando
conseguenze che possono influenzare questa bella
amicizia.

Sceneggiatura: Filipi Silveira
Fotografia: Roberto Leite
Montaggio: Roberto Leite e Kinho Guedes
Suono: Israel GarcÍa e Rafael Higa
Musica: Raphael Aguirra de Andrade
Scenografia: Filipi Silveira
Interpreti: Filipi Silveira, Nadja Mitidiero, Tero
Queiroz, Pedro Araujo, Fernanda Filiu e Luiz
Pinho
Produttore: Filipi Silveira e Roberto Leite
Produzione: Zion Filmes e Cerrados Filmes

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Irmãos de alma

Il parco e due amici. Thelma (Nadja Mitidiero) svela
un antico segreto a Rui (Filipi Silveira) provocando
conseguenze che possono influenzare questa bella
amicizia.

Sceneggiatura: Filipi Silveira
Fotografia: Roberto Leite
Montaggio: Roberto Leite e Kinho Guedes
Suono: Israel GarcÍa e Rafael Higa
Musica: Raphael Aguirra de Andrade
Scenografia: Filipi Silveira
Interpreti: Filipi Silveira, Nadja Mitidiero, Tero
Queiroz, Pedro Araujo, Fernanda Filiu e Luiz
Pinho
Produttore: Filipi Silveira e Roberto Leite
Produzione: Zion Filmes e Cerrados Filmes

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Irmãos de alma

Il parco e due amici. Thelma (Nadja Mitidiero) svela
un antico segreto a Rui (Filipi Silveira) provocando
conseguenze che possono influenzare questa bella
amicizia.

Sceneggiatura: Filipi Silveira
Fotografia: Roberto Leite
Montaggio: Roberto Leite e Kinho Guedes
Suono: Israel GarcÍa e Rafael Higa
Musica: Raphael Aguirra de Andrade
Scenografia: Filipi Silveira
Interpreti: Filipi Silveira, Nadja Mitidiero, Tero
Queiroz, Pedro Araujo, Fernanda Filiu e Luiz
Pinho
Produttore: Filipi Silveira e Roberto Leite
Produzione: Zion Filmes e Cerrados Filmes

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Yorimatã

Negli anni '70, due donne del movimento hippy
si dedicano alla sperimentazione musicale ra-
dicale in una comunità alternativa, diventando
pioniere della scena indipendente brasiliana.
Scrissero più di 800 pezzi musicali, usarono
chitarre e tamburi costruiti da loro e dissero
"no" alle case discografiche per ritornare alla
"umbanda", religione sincretica brasiliana. Ri-
creazione di un universo spirituale e musicale
in un film sulla libertà e sulla ricerca delle radici
culturali del Brasile.

Sceneggiatura: Rafael Saar
Fotografia:Lucas Barbi
Montaggio: Rafael Saar
Musica:Luhli e Lucina
Suono: Thiago Sobral
Interpreti:Luhli e Lucina
Produttore: Daniela Santos, Eduardo Ades, Eduardo Cantarino e Rafael Saar
Produzione: Imagem-tempo, Dilúvio, Tela Brasilis

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Yorimatã

Negli anni '70, due donne del movimento hippy
si dedicano alla sperimentazione musicale ra-
dicale in una comunità alternativa, diventando
pioniere della scena indipendente brasiliana.
Scrissero più di 800 pezzi musicali, usarono
chitarre e tamburi costruiti da loro e dissero
"no" alle case discografiche per ritornare alla
"umbanda", religione sincretica brasiliana. Ri-
creazione di un universo spirituale e musicale
in un film sulla libertà e sulla ricerca delle radici
culturali del Brasile.

Sceneggiatura: Rafael Saar
Fotografia:Lucas Barbi
Montaggio: Rafael Saar
Musica:Luhli e Lucina
Suono: Thiago Sobral
Interpreti:Luhli e Lucina
Produttore: Daniela Santos, Eduardo Ades, Eduardo Cantarino e Rafael Saar
Produzione: Imagem-tempo, Dilúvio, Tela Brasilis

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Capital da Fé

Capital da Fé è un documentario che affronta la
realtà di una nuova chiesa evangelica brasilia-
na e le sue contraddizioni.

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Corbiniano

Documentario sulla vita e sull'opera di uno dei più importanti artisti plastici brasiliani, riconosciuto per aver creato figure sinuosamente allungate in alluminio fuso. Corbiniano intercala dichiarazioni e situazioni relative al lavoro di un artista unico e primordiale per le arti, specialmente per il contesto brasiliano

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

O Prólogo

El Prólogo è un documentario che affronta il tema dell'uso della propaganda politica attraverso il cinema e la televisione degli anni '60 in Brasile e svela la cultura dei vecchi cortometraggi in programma prima delle sessioni principali del cinema. Quando la televisione non aveva ancora spopolato, questi corti avevano l'obiettivo principale di fungere da canale di notizie, di informazioni e di discussione fra il mondo e la quotidianità della gente. Partendo dalle dichiarazioni dei professionisti coinvolti e dalle immagini d'archivio, il documentario racconta la storia del cinema documentale fatto nella prima metà degli anni '60. Il racconto dei tecnici, dei produttori e degli spettatori aiuta a riscoprire queste opere cinematografiche e il loro valore politico e storico. Il documentario permette allo spettatore di conoscere gli antecedenti del regime del 1964 e la propaganda politica dell'epoca. La distanza temporale permette di tracciare una precisa differenza con quel periodo, facendo autocritica di molti equivoci, che molte volte fanno pensare ad un ripetersi degli eventi passati. El Prólogo è soprattutto il registro di una memoria sempre più rara che guadagna d'importanza grazie all'opportunità di incontrare alcuni degli ultimi professionisti che vissero l'esperienza e l'impegno di fare tali documentari.