Arcoiris TV

Chi è Online

305 visite
Libri.itMASSIMO LISTRI. THE WORLDCHRISTO AND JEANNE-CLAUDE. BARRELS AND THE MASTABA 1958-2018FERRARI - edizione limitataN.196 KARAMUK KUO - TEdA ARQUITECTES THE MAGIC BOOK

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lingua: ITALIANO

Totale: 8628

End Of Dreams - Venice Video Art

Di: Federico Povoleri
Fotografie e Montaggio: Federico Povoleri
Musica: Richard Wagner "Siegfried's Funeral March"
Partecipazioni: Mestre Film Fest (2005) - Santena Corto Film Festival (2005)
Il 15 Aprile del 2003 l'enorme struttura del Molino Stucky, un vecchio granaio abbandonato e monumento storico Veneziano che si trovava in restauro da parte del gruppo Hilton che lo ha acquistato con lo scopo di realizzare appartamenti (venduti a stranieri) e un grande centro congressi con albergo annesso; prende improvvisamente e inspiegabilmente fuoco verso mezzogiorno. Inutile dire che, come per il Teatro la Fenice qualche anno prima, il pericolo maggiore in caso di incendi di grandi proporzioni, lo corre tutta la città, proprio per la sua conformazione e la vicinanza tra un edificio e l'altro.
Quel giorno mi sono trovato sul posto con un paio di macchine fotografiche ed ho seguito lo svolgersi dell'evento fino alla sua conclusione nel tardo pomeriggio. Una delle cose che mi ha maggiormente colpito, è stato il silenzio. Molte persone e vari turisti, hanno seguito l'incendio dalla riva opposta del canale della Giudecca, osservando all'inizio, un religioso silenzio. Un solitario pilota di elicottero, un vero eroe di quel giorno, ha lottato da solo, rischiando più volte la vita per caricarsi d'acqua nel canale e lambendo le enormi fiamme che si alzavano dalla torre; mentre una barca dei vigili del fuoco, insufficente per l'entità dell'incendio, continuava a rovesciare acqua sul palazzo. All'inizio arrivarono alcuni rimorchiatori, attrezzati con cannoni ad acqua più potenti dei pompieri, ma dopo un tentativo, vennero fermati con la scusa che i cannoni erano troppo potenti e potevano danneggiare l'edificio. Un grande elicottero attrezzato per queste emergenze, giungerà soltanto alla fine, con enorme ritardo e da un aeroporto di Belluno. Nel frattempo, la folla ha preso coraggio ed ha cominciato a commentare: viene ridicolizzato il pilota solitario dai soliti sfaccendati che hanno bisogno di qualche argomento da trattare all'osteria, ma il gigante esige rispetto; e con un boato di rabbia e dolore, all'improvviso crolla, riversando un'intera ala della struttura nel canale adiacente. L'ultima protesta dopo una lenta agonia.
Oggi sappiamo che l'incendio è stato doloso, ancora ignoti i responsabili. L'ala crollata è stata ricostruita; ora non sembra più un edificio storico, sembra una delle costruzioni di plastica che si regalano ai bambini; ma non importa, i lavori vanno avanti, il progresso e la modernità di Venezia non si arresta. La città, si sa, è una miniera d'oro per tanti. La cultura non interessa più a nessuno, i guadagni invece, interessano a tutti.
Visita il sito: www.venicevideoart.com

Estratto dell'opera Anomalo Bicefalo

Estratto dello spettacolo di Dario Fo e Franca Rame con l'aggiornamento su tutte le vicende legate alla querela di Dell'Utri.
Per gentile concessione di Atlantide Tv
Visita il sito www.atlantide.tv
Compra la videocassetta on-line

Trentennale della strage di Piazza della Loggia - Seconda Parte

Brescia 28 Maggio 1974 - 28 Maggio 2004
Manifestazione per il Trentennale della Strage di Piazza della Loggia
Visita il sito del trentennale

Timeline Numero 1 - Paolo Mondani intervista Giulietto Chiesa

Regia di: Andrea Soldani
Paolo Mondani intervista Giulietto Chiesa sul tema del rifinanziamento della missione in Afganistan e della conseguente crisi del Centro Sinistra e del governo Prodi
Visita il sito: www.taxichannel.it
Visita il sito: www.megachip.info

02)- Intervento di Gina Gatti

Gina Gatti è testimonial della Sezione Nazionale Italiana nella campagna "Non sopportiamo la tortura".
Visita il sito: www.reterr.it

Lamentele, pretese e accuse, conferenza di Mauro Scardovelli

Lamentele, pretese e accuse sono equivalenti aggressivi. Mi lamento perché pretendo che la situazione sia diversa da così come è e accuso qualcuno. In un seminario di PNL Umanistica Integrata Mauro Scardovelli presenta un modello per comprendere gli equivalenti aggressivi come manifestazioni della rabbia non riconosciuta, trattenuta e proiettata verso l'esterno, sugli altri. Il mondo diventa in questo modo un luogo minaccioso: gli altri ce l'hanno con me ed io sono in pericolo. Se comprendiamo questo meccanismo psicologico fondamentale abbiamo la possibilità di migliorare sensibilmente la qualità delle nostre relazioni.

Visita il sito: www.aleph.ws

Testimonianza di Roberto dal carcere di Anfissa

N.A.Di.R. informa: "Se un giorno mi avessero detto: "tu finirai in galera in Grecia", mi sarei fatto una grossa risata. Ed invece eccomi qui.In una prigione di un paese della Grecia che non so neanche dove sia; circondato da trafficanti, assassini, truffatori. Praticamente sono di proprieta' di un Governo che prima mi chiede perche' ho fatto una certa cosa, poi non mi crede e infine non mi ascolta quando invoco spiegazioni..."
Leggi la mia lettera: www.robertozappaterra.com

TEMPO DI CLASSICI 2 T. Pievani - C. Darwin 1836-1842: una rivoluzione scientifica vista dall'interno

Per il ciclo Tempo di classici 2 a cura di Fulvio Papi, Telmo Pievani svolge la lezione "Charles Darwin 1836-1842: una rivoluzione scientifica vista dall'interno". Presenta l'incontro Ferruccio Capelli. 26/11/2008

Visita il sito: www.casadellacultura.it

L'ebreo che ride

Umorismo ed ebraismo:
L'ebreo che ride
Conferenza e letture di Moni Ovadia, regista-autore.
Registrato presso il Museo Ebraico di Bologna
Visita il sito: www.museoebraicobo.it

IV° Concorso Internazionale di Canto Lirico

IV° Concorso Internazionale di Canto Lirico
ANSELMO COLZANI
Il concorso è legato al Laboratorio Lirico del Teatro Consorziale di Budrio e alla ricerca del cast per la messa in scena di opere liriche e concerti.
Lo scopo è quello di portare in scena artisti con buone qualità artistiche che non si siano ancora messi in evidenza nel panorama musicale internazionale.
Riprese effetuate presso il Teatro Consorziale di Budrio
Con il pratrocinio della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Bologna
Riprese video realizzate in collaborazione con www.universotv.it