Arcoiris TV

Chi è Online

98 visite
Libri.itFILM NOIRMERT ALAS AND MARCUS PIGGOTT - edizione limitataLEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI - #BibliothecaUniversalisRCR ARQUITECTES 1998-2012DISEGNARE MAPPE A MANO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tutti i filmati di arcoiris campania

Totale: 6

Immigrazioni e omosessualità

Napoli - Seminario su immigrazione ed omosessualitàDal 12 al 14 dicembre 2008 si è svolto a Napoli il seminario "IO - Immigrazioni e omosessualità". Si è trattato di un importante momento di formazione rivolto ai soci dei comitati Arcigay che ha visto la partecipazione di studiosi ed esperti di importanza nazionale e internazionale e nel corso del quale sono stati presentati i risultati della ricerca "Essere migranti LGB in Italia oggi", la prima sul tema.Il servizio raccoglie le interviste fatte ai relatori del seminario: Laura Pozzoli (ricercatrice sociale), Giorgio Dell'Amico e Miles Gualdi (coordinatori del progetto IO - Immigrazioni ed Omosessualità), Laura Spizzichino, (psicologa e psicoterapeuta), Nicola Mai (ricercatore della London Metropolitan University), Matteo Bonini Baraldi (presidente del CESD, Centro europeo studi sulla discriminazione), Adri Tekin (attivista Associazione GLADT di Berlino) e Salvatore Simioli (presidente dell'Arcigay di Napoli).Video di Carmine Urciuoli e Luca MercoglianoUna produzione NapoliGayPress per Arcoiris Campania.

Visita il sito: www.napoligaypress.it

Viaggio nei teatri di frontiera a Napoli: Il Primo

Arnolfo Petri, regista ed attore teatrale racconta la sua esperienza di direttore artistico del Teatro Il Primo di Napoli (situato ai Colli Aminei) sempre attento alle tematiche della diversità (sessuale e non) e della sopraffazione attraverso il sesso. L'intervista costituisce la prima tappa di un viaggio tra i "teatri di frontiera" napoletani.Intervista a cura di Carmine Urciuoli. Montaggio di Luca Mercogliano.Una produzione NapoliGayPress per Arcoiris Campania

Visita il sito: www.arcoiris.tv

Omosessualità a Napoli: parliamone con l'Assessore Valente

Intervista di Carmine Urciuoli a Valeria Valente, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, sulle attività svolte nell'ultimo anno dall'assessorato in favore dei cittadini e delle cittadine gay lesbiche e trans*. L'assessore Valente commenta le violenze che ci sono state negli ultimi mesi a Napoli ai danni delle persone glbt e parla delle azioni messe in campo per favorire l'inclusione delle persone omosessuali e transessuali, a partire dal Tavolo di concertazione GLBT, e della possibile candidatura di un Gay Pride Nazionale a Napoli per i prossimi anni. Il servizio, che inizia con interviste a gente comune, è intervallato da incontri con gli esponenti delle associazioni glbt sui bisogni e le istanze dei cittadini omosessuali di Napoli. Per l'Arcigay di Napoli è stato raccolto l'intervento dell'avv. Salvatore Simioli, presidente del Comitato, per ArciLesbica di Napoli la presidente Giordana Curati, ed il presidente Carlo Cremona per IKen onlus.Riprese: Luca Mercogliano, Chicco CapassoGrafica: Luca MercoglianoIl servizio è realizzato in collaborazione con napoligaypress.it

Visita il sito: www.napoligaypress.it

"LE TERRE DI DON PEPPE DIANA" - Festival dell'impegno civile

Casal di Principe e Terra di Lavoro 27/28/29 giugno SABATO SERA, 28 GIUGNOSERATA CON ARTISTI E PERSONALITA' LOCALICasal di Principe(Ce) "Centro di avviamento al lavoro"via GiacosaUn festival di impegno civile per raccontare le Terre di Don Peppe Diana, un prete assassinato dalla camorra quattordici anni fa, riappropriandosi proprio di quei luoghi che, per tanto tempo, sono stati identificati come simboli di morte e paura. I beni confiscati alla criminalità organizzata diventano, così, grazie all'impegno dell'associazione "Libera" e del "Comitato Don Peppe Diana", luoghi dove proseguire la costruzione di comunità alternative alla camorra, luoghi dove ritrovarsi per far nascere laboratori di idee con le quali programmare il futuro. Da Casal di Principe a San Cipriano D'Aversa, da Trentola Ducenta a Casapesenna, i centri dove la cittadinanza attiva si ritroverà, finalmente, per lavorare a favore di questo territorio che vuole con dignità sentirsi, definitivamente, parte integrante di un Paese che per troppo tempo lo ha considerato un'appendice malata. Un altro Sud, insomma, che si incontra, discute, dibatte di cultura, giustizia e legalità con l'obiettivo di accendere i riflettori su coloro che resistono e che vorrebbero finalmente vivere in un territorio libero da ogni sopraffazione e da qualsiasi violenza. Dibattiti, spettacoli, proiezioni e degustazioni per raccontare una terra dove vive una società civile che vuole proporre progetti di qualità, di emancipazione sociale e culturale, che non accetta, in alcun modo, aiuti pre confezionati che un'idea di assistenzialismo asfissiante continua ad offire e ad imporre a questo e ad altri territori del Sud. Un comitato scientifico di prim'ordine a sostegno del festival che vedrà impegnati Tano Grasso, Raffaele Cantone, Ferdinando Imposimato, Ulderico Pesce, Renato Natale, Gianni Vattimo, giornalisti come Roberto Morrione, Onofrio Dispenza, Peppe Ruggiero, scrittori come Sergio Nazzaro ed Emiliano Morrone ed infine artisti come Carlo Faiello e lo stesso Ulderico Pesce per una tre giorni ricca di appuntamenti e che vedrà, semplicemente, il territorio protagonista indiscusso di questa kermesse con la quale si vuole semplicemente scrivere una nuova pagina di vita facendo tesoro di quanto avvenuto in passato e di quanto, invece, è accaduto nelle ultime settimane. Riprese e montaggio di Diego Nunziata.Riprese e montaggio di Diego Nunziata

Visita il sito: www.dongiuseppediana.it

Visita il sito: www.libera.it

"LE TERRE DI DON PEPPE DIANA" - Festival dell'impegno civile

Casal di Principe e Terra di Lavoro 27/28/29 giugno DIBATTITO DI SABATO 28 POMERIGGIOCasapesenna (Ce) "Casa centro anziani" via Cagliari 15Incontro dibattito: "La figura di Don Peppe Diana: Per amore del mio popolo"Saluti del sindaco di CasapesennaAvv. Giovanni ZaraInterverranno:Raffaele Sardo (giornalista di "La Repubblica")Gianmaria Roberti (giornalista del "Roma")Un festival di impegno civile per raccontare le Terre di Don Peppe Diana, un prete assassinato dalla camorra quattordici anni fa, riappropriandosi proprio di quei luoghi che, per tanto tempo, sono stati identificati come simboli di morte e paura. I beni confiscati alla criminalità organizzata diventano, così, grazie all'impegno dell'associazione "Libera" e del "Comitato Don Peppe Diana", luoghi dove proseguire la costruzione di comunità alternative alla camorra, luoghi dove ritrovarsi per far nascere laboratori di idee con le quali programmare il futuro.Da Casal di Principe a San Cipriano D'Aversa, da Trentola Ducenta a Casapesenna, i centri dove la cittadinanza attiva si ritroverà, finalmente, per lavorare a favore di questo territorio che vuole con dignità sentirsi, definitivamente, parte integrante di un Paese che per troppo tempo lo ha considerato un'appendice malata. Un altro Sud, insomma, che si incontra, discute, dibatte di cultura, giustizia e legalità con l'obiettivo di accendere i riflettori su coloro che resistono e che vorrebbero finalmente vivere in un territorio libero da ogni sopraffazione e da qualsiasi violenza. Dibattiti, spettacoli, proiezioni e degustazioni per raccontare una terra dove vive una società civile che vuole proporre progetti di qualità, di emancipazione sociale e culturale, che non accetta, in alcun modo, aiuti pre confezionati che un'idea di assistenzialismo asfissiante continua ad offire e ad imporre a questo e ad altri territori del Sud. Un comitato scientifico di prim'ordine a sostegno del festival che vedrà impegnati Tano Grasso, Raffaele Cantone, Ferdinando Imposimato, Ulderico Pesce, Renato Natale, Gianni Vattimo, giornalisti come Roberto Morrione, Onofrio Dispenza, Peppe Ruggiero, scrittori come Sergio Nazzaro ed Emiliano Morrone ed infine artisti come Carlo Faiello e lo stesso Ulderico Pesce per una tre giorni ricca di appuntamenti e che vedrà, semplicemente, il territorio protagonista indiscusso di questa kermesse con la quale si vuole semplicemente scrivere una nuova pagina di vita facendo tesoro di quanto avvenuto in passato e di quanto, invece, è accaduto nelle ultime settimane. Riprese e montaggio di Diego Nunziata

Visita il sito: www.dongiuseppediana.it

Visita il sito: www.libera.it

Sotto un cielo di sigarette e cetrioli in loving memory of Henry Chinaski

28 Maggio 2008 Lanificio25-Napolisfumature, lividi di vita, ombre e rughe di pensieri: Charles Bukowski, letto ed interpretato dai suoi stessi personaggi precipitati da un quotidiano - immediato, alcolico, confuso - che appartiene a tutta l'umanità.Video di Diego Nunziata e Antonio BrunoProduzione: Arcoiris Campania