Chi è Online

230 visite
Libri.itLA VENERE ANATOMICAPETER LINDBERGH. A DIFFERENT VISION ON FASHION PHOTOGRAPHY (I E GB)VERMEER. LDAVID BOWIE. THE MAN WHO FELL TO EARTHNATIONAL GEOGRAPHIC. AROUND THE WORLD IN 125 YEARS – ASIA & OCEANIA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: Rototom Sunsplash

Totale: 38

01) More Than Twenty the story of Rototom

Un piccolo gruppo tenuto insieme da grandi sentimenti
Tanta fatica, pochi soldi, tanta musica.
La provincia italiana.
Una grande scommessa.
L'associazione Rototom nasce nel 1991 dall'incontro di 4 persone e da allora ha gestito 2 discoteche, organizzato centinaia di concerti, occupato una fabbrica dismessa per farne un centro culturale, organizzato manifestazioni per la pace e inventato il festival reggae più grande del mondo, il Rototom Sunsplash, arrivato nel 2013 alla sua ventesima edizione.
Il Rototom nasce su una scommessa: coniugare amicizia e lavoro, etica e progettualità.
Fin dagli esordi tante sono state le difficoltà e le battaglie da sostenere per portare avanti il lavoro, fino all'ultima: dover lasciare l'Italia e emigrare in Spagna.
Oggi, dopo più di 20 anni, il Rototom racconta come è nato, le scelte, i percorsi, le difficoltà e i successi, perchè il futuro è ancora da costruire.
Ai ricordi degli organizzatori, di coloro che li hanno conosciuti in Italia e di tanti musicisti si affianca la riflessione di alcuni tra i maggiori organizzatori di eventi musicali italiani.
Si compone così una storia su cui influiscono scelte individuali e collettive ma anche, prepotentemente, il panorama culturale e politico italiano.

Italia, 120', col, 2014, HDV
diretto da: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni
montaggio ed elaborazione grafica: Simone Pallicca (AMC)
produzione esecutiva: Claudio Giust
prodotto da: Filippo Giunta per Rototom Sunsplash

Visita il sito: www.rototom.tv

02) More Than Twenty the story of Rototom

Un piccolo gruppo tenuto insieme da grandi sentimenti
Tanta fatica, pochi soldi, tanta musica.
La provincia italiana.
Una grande scommessa.
L'associazione Rototom nasce nel 1991 dall'incontro di 4 persone e da allora ha gestito 2 discoteche, organizzato centinaia di concerti, occupato una fabbrica dismessa per farne un centro culturale, organizzato manifestazioni per la pace e inventato il festival reggae più grande del mondo, il Rototom Sunsplash, arrivato nel 2013 alla sua ventesima edizione.
Il Rototom nasce su una scommessa: coniugare amicizia e lavoro, etica e progettualità.
Fin dagli esordi tante sono state le difficoltà e le battaglie da sostenere per portare avanti il lavoro, fino all'ultima: dover lasciare l'Italia e emigrare in Spagna.
Oggi, dopo più di 20 anni, il Rototom racconta come è nato, le scelte, i percorsi, le difficoltà e i successi, perchè il futuro è ancora da costruire.
Ai ricordi degli organizzatori, di coloro che li hanno conosciuti in Italia e di tanti musicisti si affianca la riflessione di alcuni tra i maggiori organizzatori di eventi musicali italiani.
Si compone così una storia su cui influiscono scelte individuali e collettive ma anche, prepotentemente, il panorama culturale e politico italiano.

Italia, 120', col, 2014, HDV
diretto da: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni
montaggio ed elaborazione grafica: Simone Pallicca (AMC)
produzione esecutiva: Claudio Giust
prodotto da: Filippo Giunta per Rototom Sunsplash

Visita il sito: www.rototom.tv

03) More Than Twenty the story of Rototom

Nel 1998 il festival Sunsplash si sposta per due edizioni nel camping Girasole a Latisana (Udine) sulla costa friulana. L'affluenza è grande e il festival non è più un'attrattiva solo per i conoscitori di reggae ma diventa per molti l'occasione per una vacanza all'insegna della musica e della convivenza pacifica.

Sono gli anni della guerra nella ex-Jugoslavia e nel 1999 l'associazione Rototom organizza un memorabile concerto per la pace davanti alla Base Nato di Aviano (PN).

La presenza di un festival reggae sulla turistica costa non passa però inosservata e nel 1999 la presenza e l'ingerenza delle forse dell'ordine diventa insostenibile...

Location: Latisana, Aviano (Friuli Venezia Giulia).

Italia, 120', col, 2014, HDV
diretto da: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni
montaggio ed elaborazione grafica: Simone Pallicca (AMC)
produzione esecutiva: Claudio Giust
prodotto da: Filippo Giunta per Rototom Sunsplash

Visita il sito: www.rototom.tv

04) More Than Twenty the story of Rototom

L'associazione Rototom è diventata ormai punto di riferimento nella realtà friulana e alla fine del 2000 si fa promotrice insieme a tante realtà culturali e musicali della zona di un'occupazione tanto breve (3 mesi) quanto viva e importante nel ricordo di tutti coloro che vi hanno partecipato. Si occupa la ex fabbrica Cerit coinvolgendo tutta la scena culturale della zona. Ce ne parlano: Teho Teardo, Piero Colussi (fondatore di Cinemazero), Flavio Massarutto (esperto di musica jazz). Attraverso le immagini di repertorio della Cineteca del Friuli ripercorriamo la storia della regione Friuli, la guerra, il terremoto, perché, come spiega Sergio Colussi, "siamo una regione dove le persone sono abituate a fare fatica per realizzare le proprie aspirazioni".

Location: Pordenone, S. Vito al Tagliamento, antigua fábrica Cerit.

Italia, 120', col, 2014, HDV
diretto da: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni
montaggio ed elaborazione grafica: Simone Pallicca (AMC)
produzione esecutiva: Claudio Giust
prodotto da: Filippo Giunta per Rototom Sunsplash

Visita il sito: www.rototom.tv

05) More Than Twenty the story of Rototom

I fondatori del Rototom arrivano da quello che era il confine estremo dell'Italia: Gorizia. Un confine importante perché divideva dai paesi del blocco comunista. Alcuni di loro si conoscono a scuola altri si incontrano alla fine degli anni '80 nel primo bar musicale della città, il Baobar, gestito da Filippo Giunta, presidente del Rototom. Si vive tutti insieme in una fatiscente casa di campagna Villa Sparta, e in quanto spartani gli abitanti saranno ospitati nella trasmissione di Daria Bignardi "Tempi Moderni" dedicata alle famiglie alternative. L'amicizia è il collante che fa superare le difficoltà e permette di compiere il grande salto. Nel 2000 il festival Sunsplash si sposta nel parco del Rivellino di Osoppo (Udine, FVG) dove rimarrà per 10 anni.

Tra le mille difficoltà economiche l'associazione però trova il tempo di organizzare per due anni un festival musicale in Brasile a Chanoa en chamas.

Materiali di repertorio: trasmissione Tempi Moderni, tg regionali

Location: Gorizia, Parco del Rivellino (Osoppo - FVG), Brasile.

Italia, 120', col, 2014, HDV
diretto da: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni
montaggio ed elaborazione grafica: Simone Pallicca (AMC)
produzione esecutiva: Claudio Giust
prodotto da: Filippo Giunta per Rototom Sunsplash

Visita il sito: www.rototom.tv

06) More Than Twenty the story of Rototom

Il festival a Osoppo diventa importante a livello internazionale e raggiunge le 150.000 presenze per 10 giorni di musica e campeggio. L'atmosfera è bellissima. Lo spazio dibattiti cresce fino a diventare una caratteristica essenziale del festival, ospitando decine di relatori da ogni parte del pianeta con partecipatissimi appuntamenti giornalieri.

Il carattere alternativo del festival e soprattutto l'introduzione della legge Fini- Giovanardi sulle droghe sono alla base di una stretta repressiva sul festival ("nel 2009 c'è stata una vera e propria guerra al Sunsplash" Mario Cudini, avvocato) che costringe gli organizzatori a decidere di lasciare l'Italia, come lo stesso Filippo Giunta racconta drammaticamente dal palco alla fine dell'edizione 2009.

Italia, 120', col, 2014, HDV
diretto da: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni
montaggio ed elaborazione grafica: Simone Pallicca (AMC)
produzione esecutiva: Claudio Giust
prodotto da: Filippo Giunta per Rototom Sunsplash

Visita il sito: www.rototom.tv

Activismo social en arte y cultura

No podía faltar en este Foro Social un tema que nos afecta muy directamente: la cultura. Se trata de un territorio en disputa: La industria cultural, en gran parte, se encuentra en manos de entidades, ya sean públicas o privadas, que controlan el flujo de las ideas entre la sociedad y la producción cultural y viceversa. Paralelamente, se desenvuelven propuestas más cercanas al activismo que a la producción cultural hegemónica, que son capaces de influir y sobre todo de facilitar otras miradas culturales menos herméticas y preestablecidas, buscando alternativas más vinculadas a procesos sociales y humanos.

Desde el activismo cultural podemos percibir una especial sensibilidad por las ideas que circulan en la sociedad, los flujos de opinión... El activismo en arte y cultura es un proceso más que un producto cultural en sí mismo, y queremos abordarlo en una mesa dinámica en la que disfrutaremos de un diálogo ágil conducido por el periodista José Luis Valencia y con la participación d el actor Sergio Peris-Mencheta, el director y escritor egipcio Basel Ramsis, el pintor de graffitis granadino El Niño de las Pinturas y Nega, el cantante de la formación Los Chikos del Maíz (grupo de hip hop político).


- See more at: http://2013.rototomsunsplash.com/es/cultura-2013/foro-social/debates/3390-activismo-social-en-arte-y-cultura#sthash.b4absW45.dpuf

Visita il sito: www.rototom.tv

Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Arawak - Rototom Free

Hanno appena vinto la selezione italiana dell' European Reggae Contest 2010 confermando l'eccellenza della scena reggae sarda e saranno al primo Sunsplash spagnolo per gareggiare ancora per la vittoria a livello europeo. Arawak entrano in scena dopo Makako Jump con il loro caldissimo roots che ricorda la magia di Wailers o Aswad ed il periodo glorioso del reggae degli anni settanta. I ritmi sono lenti con grande equilibrio tra la rítmica e le bellissime voci dei due cantanti ed il loro livello compositivo `eccellente. Visto il buon numero di gruppi il set degli Arawak è breve ma sufficiente per mettere in evidenza i grandi progressi che il loro duro lavoro ha portato. Siamo sicuri che figureranno molto bene nelle finali europee a Benicassim!Questo è Rototom Free: un festival a ingresso gratuito che, il 2 e 3 luglio al Parco del Cormor (Udine), ha visto alternarsi sui due palchi live e dancehall il meglio del reggae mondiale, come:Alpha Blondy, Sud Sound System, Fantan Mojah, Supersonic e tanti tanti altri.Un omaggio alla nostra gente. Un grande evento di musica e dibattito per tenere vivo il legame con la nostra terra e per proseguire in quelle battaglie di libertà di cui l'Italia ha più che mai bisogno.

Visita il sito: www.rototom.com

Banda Berimbau - Rototom Free

Brasile e Giamaica hanno in comune il passato coloniale, la matrice culturale africana e un modo speciale di vivere la música ventiquattro ore al giorno trecentosessantacinque giorni all'anno. Oggi chi ha il Brasile nel cuore poi deve consolarsi per l'eliminazione della nazionale ai Mondiali e non c'è quindi niente di meglio della batucada messa in scena dalla Banda Berimbau con i loro vigorosi ritmi di samba e le loro coreografie. Grazie alla música il Cormor diventa un posto mágico con le radici in Friuli ma suoni che rievocano il carnevale brasiliano, la Giamaica ma anche il bellissimo Salento che ha in comune con gli altri luoghi evocati l'amore per il ritmo e delle ferite difficili da rimarginare.Questo è Rototom Free: un festival a ingresso gratuito che, il 2 e 3 luglio al Parco del Cormor (Udine), ha visto alternarsi sui due palchi live e dancehall il meglio del reggae mondiale, come: Alpha Blondy, Sud Sound System, Fantan Mojah, Supersonic e tanti tanti altri. Un omaggio alla nostra gente. Un grande evento di musica e dibattito per tenere vivo il legame con la nostra terra e per proseguire in quelle battaglie di libertà di cui l'Italia ha più che mai bisogno.

Carceri e inferni: il sistema penitenziario italiano - Rototom Free

Introduce: Franco Corleone (garante dei detenuti di Firenze). Con Don Gallo in collegamento telefonico (fondatore Comunità S. Benedetto), Ilaria Cucchi (sorella di Stefano), Furio Honsell (sindaco di Udine), Angelo Maria Perrino (direttore de www.affaritaliani.it), Guido Calvi (avvocato).Questo è Rototom Free: un festival a ingresso gratuito che, il 2 e 3 luglio al Parco del Cormor (Udine), ha visto alternarsi sui due palchi live e dancehall il meglio del reggae mondiale, come: Alpha Blondy, Sud Sound System, Fantan Mojah, Supersonic e tanti tanti altri. Un omaggio alla nostra gente. Un grande evento di musica e dibattito per tenere vivo il legame con la nostra terra e per proseguire in quelle battaglie di libertà di cui l'Italia ha più che mai bisogno.

Visita il sito: www.rototom.com