Arcoiris TV

Chi è Online

212 visite
Libri.itDAVID BOWIE. THE MAN WHO FELL TO EARTHINTERIORS NOW! - #BibliothecaUniversalisFOTOGRAFIA IN BIANCO E NEROCOLORPEDIANATALE HYGGE

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: Opere Liriche

Totale: 26

Adriana Lecouvreur

Adriana Lecouvreur, opera in 4 atti di Francesco Cilea su libretto di Arturo Colautti
Nel foyer della Comedie francaise arriva Adriana, la grande attrice. E presa dall"amore per un "semplice alfiere" (il conte Maurizio di Sassonia).La principessa di Bouillon incontra segretamente Maurizio prima perche e il suo amante e poi per comunicargli che stanno tramando per non farlosalire al trono di Polonia. Adriana le sorprende, ma Maurizio stesso la convince che l'altra e solo un'alleata politica.Adriana si chiude in casa, lasciando il teatro delusa e depressa. Arrivano delle violette e un biglietto di Maurizio, ma quando Adriana odorale violette avvelenate sviene. Giunge Maurizio e l'assicura che non le ha mandate lui e le chiede di sposarlo.Ma poco dopo Adriana muore tra le braccia di Maurizio.
Personaggi ed Interpreti:Adriana Lecouvreur, della Comedie francaise (soprano): Maria Pia Ionata Maurizio, conte di Sassonia (tenore): Manrico Tedeschi il principe di Bouilion (basso): Francesco Musinu la principessa di Bouillon (mezzo): Sabrina De Rose
Michonnet, direttore di scena (baritono): Marco Chingari
Orchestra e coro del teatro Massimo Bellini di Catania
diretti da: Maurizio Arena
Cortesia di: Il Canto

Aida

Aida, una principessa etiope, è catturata e condotta in schiavitù in Egitto. Radamés, un comandante militare,è combattuto nella scelta tra il suo amore per Aida e la sua fedeltà al Faraone. A complicare ulteriormente le cose,Radamés è amato da Amneris, la figlia del Faraone, ma non ricambia il sentimento della principessa.
Personaggi ed interpreti:
Aida, schiava etiope: Leila Guimares
Radamés, Capitano delle Guardie: Manrico Tedeschi
Amneris, figlia del Faraone: Roberta Mattelli
Ramfis, Gran Sacerdote: Luca Gallo
Il Re d'Egitto, padre di Amneris: Maurizio Muraro
Una sacerdotessa: Annunziata Lantieri
Un messaggero: Terige Sirolli
Orchestra e coro città di Verona diretti da: Enrico De Mori
Cortesia di: Il Canto

Carmen

La vicenda è ambientata a Siviglia verso il 1820. Carmen è una sigaraia di cui si è invaghito Don Josè, un brigadiere, suscitando la gelosiadella fidanzata Micaela. Carmen, dopo un'aggressione fatta ad una compagna, viene arrestata da Zuniga, tenente, e lasciata a Don Josè che la fa scappare.Per questo il brigadiere è imprigionato, e dopo essere evaso, scappa con Carmen e i suoi amici nel rifugio dei contrabbandieri, dove, un giorno,Carmen cede alle attenzioni del torero Escamillo, suscitando l'ira di Josè, che, ad una corrida, dopo aver strappato dall'amante la confessione di amare iltorero, la uccide, gridando, a fine corrida, che l'ha ucciso lui.
Personaggi ed interpreti:
Don José, sergente (tenore): Manrico Tedeschi
Escamillo, torero (baritono): Rinaldo Zuliani
Carmen, zingara (soprano) Silvia Baleani
Micaëla, contadina (soprano): Maria Billeri
Orchestra e Coro del Teatro Verdi di Pisa
Diretti da: Claudio Desderi
Cortesia di: Il Canto

Cavalleria Rusticana

Un piccolo villaggio in Sicilia fa da sfondo per la vicenda di Santuzza e suo amore ossessivo per il donnaiolo Turiddu. Egli ormai l'ha disonorato per ripiccacontro Lola, alla quale prima di andare soldato aveva giurato fedelta eterna, e che ora continua a frequentare sebbene sia sposato con Alfio. In un finalemagnifico, Turiddu dice addio alla madre e alla vita prima di affrontare Alfio in un duello.
Opera in un atto, musica di Pietro Mascagni
libretto di G. Menasci e G. Targioni - Tozzetti
Personaggi ed interpreti:
Turiddu, giovane soldato (tenore): Manrico TedeschiSantuzza, contadina (soprano) Olga Romanko
Alfio, carrettiere (baritono) Sigmund Cowan
Lola, sua moglie (mezzo-soprano) Grace Valdes
Coro ed orchestra del New Jersey state opera
diretti da: Alfredo Silipigni
regia di: Ira Siff
Cortesia di: Il Canto

Esclarmonde

Esclarmonde è un'opera in quattro atti, con il prologue e il epilogue da Jules Massenet, ad un libretto francese da Alfred Blau e da Louis de Gramont. In primo luogo è stato effettuato al Opéra Comique a Parigi il 14 maggio, 1889 con il soprano americano Sybil Sanderson nel ruolo di titolo.L'imperatore Phorcas abdica il trono a sua figlia Esclarmonde. Lei ha acquisito poteri magiche e per mantenerle deve velarsi fino al compimento dei vent'anni. Piange il suo amore per Roland, un cavaliere ed il conte di Blois. A seguito di un suggerimento dalla sua sorella, Parséis, Esclarmonde usa la magia per portare Roland su un isola per sedurlo. Quando Roland confessa suo amore al Vescovo di Blois, lui effettua un exorcismo su Esclarmonde. Phorcas insiste che la figlia rinuncia a Roland sulla minaccia della sua esecuzione. C'è allora un torneo per assegnare la mano di Esclarmonde al vincitore. Quando viene chiesto al vincitore il suo nome, risponde la disperazione e rifiuta la mano di Esclarmonde. Esclarmonde riconosce immediatamente la voce, tuttavia, e quando il suo velo è alzato lui la riconosce pure e tutti festeggiano.
Personaggi ed interpreti:
Esclarmonde, figlia dell'imperatore, soprano - Alexandra Pendatshanska
Roland, conteggio di Blois, tenore - Alberto Cupido
Vescovo di Blois, baritono - Manrico Biscotti
Énéas, Cavaliere-Errant a Parséis, tenore - Ivan Kiurkciev
Parseis, sorella di Esclarmonde, mezzo soprano - Claudia Bandera
Phorcas, imperatore, basso - Michele Pertusi
Cléomer, re della Francia, basso - Boris Martinovic
Orchesta e coro del teatro Regio di Torino
Diretti da: Alain Guingal
regia di: Lorenzo Mariani
Prima esecuzione in Italia
Cortesia di: Il Canto

Il Giuramento

Melodramma in tre atti su libretto di Giovanni Gaetano Rossi, da Angélo, tyran de Padoue di Victor Hugo
L'azione si svolge a Siracusa nel 1300. Viscardo, duca di Benevento e amante di Elaisa, confessa segretamente il suo amore per un'altra donna. Manfredo, conte di Siracusa, e suo segretario Brunoro sono anche loro innamorati di Elaisa . Viscardo si confida con Brunoro e gli mostra il ritratto di Bianca, moglie di Manfredo, che egli ama. Brunoro promette di guidarlo da Bianca, ma appena Viscardo si allontana egli svela a Elaisa il tradimento di cui è vittima . Elaisa scopre i due amanti insieme . Bianca udendo il nome di Elaisa mostra un'immagine donatale dieci anni prima da una donna di nome Elaisa alla quale ella aveva salvato il padre. Elaisa riconosce la donna che aveva giurata di ripagare. Manfredo svela tutto e rinchiude Bianca in una tomba . Giunge segretamente Elaisa e rivela a Bianca il proposito di salvarla: Bianca berrà il filtro che le sarà offerto, ma non si tratterà di veleno bensì di un sonnifero. Bianca beve il finto veleno e cade tra le braccia di Elaisa. A Elaisa ormai non le resta che morire, avendo adempiuto con la salvazione di Bianca il suo giuramento. Ma Viscardo ha saputo che Elaisa ha dato il veleno a Bianca e la colpisce. Bianca si sveglia invocando Viscardo, il quale apprende finalmente la verità. Elaisa muore tra lo strazio di Bianca e Viscardo.
Personaggi ed interpreti:
Elaisa (soprano) - Serena Farnocchia
Manfredo, conte di Siracusa (baritono) - Davide Damiani
Bianca (contralto) - Hadar Halevy
Isaura, confidente (soprano) - Alessandra Panaro
Brunoro (tenore) - Simeon Esper
Orchestra Filarmonica Nazionale e Coro di Belarus
Diretti da: Paolo Arrivabeni
regia di: Joseph Roschlitz
Cortesia di: Il Canto

Il Trovatore

Il Trovatore, opera in quattro atti su libretto di Salvatore Cammarano e Leone Emanuele Bardare tratto dal dramma teatrale,rappresentato nel 1836, El Trobador di Antonio Garçia Gutiérrez.
L'azione ha luogo in Spagna, nel XV secolo. Ferrando, luogotenente, narra alle sue guardie la storia di una zingara, accusata anni addietrodi aver gettato il malocchio su uno dei figli del vecchio Conte ( padre del Conte di Luna) e condannata perciò al rogo. Azucena, figlia della zingara,aveva rapito per vendetta questo figlio del Conte: sul luogo nel quale la madre era stata arsa viva vennero rinvenuti poi i resti bruciati di un bimbo.
La zingara aveva gettato nel fuoco per un tragico errore, il proprio bambino. Leonora, dama di corte amata dal Conte di Luna, èinnamorata a sua volta di un giovane trovatore, Manrico, che altri non è se non il bimbo scambiato e allevato da Azucena come proprio figlio.Dopo una serie di avvenimenti, Leonora, dopo aver deciso per disperazione di entrare in convento, si avvelenerà e morirà tra le braccia di Manrico.Quest'ultimo, catturato dal Conte di Luna insieme ad Azucena, verrà decapitato. Subito dopo l'esecuzione, il Conte saprà dalla zingara che Manriconon era altri che il proprio fratello.
personagi ed interpreti:
Leonora, dama di corte (soprano): Makiko Awazu
Manrico, il Trovatore (tenore): Doro Antonioli
Azucena, una zingara (mezzo-soprano): Iskra Bakarova
Conte di Luna, figlio del Conte (baritono): Gudo Hasui
Ferrando, luogotenente (basso): Ghenko Gheshev
Orchestra sinfonica ungherese di Budapest
dirige: Tamas Bolbenitz Teatro dell'Opera di Skien in Norvegia
Cortesia di: Il canto

Insieme per la solidarietà - Concerto lirico

Insieme per la solidarietà
Concerto di musica Lirica per la raccolta di fondi a sostegno del Sud Est Asiatico
Il Soprano Gabriella Costa, madrina del progetto "Diritto alla salute per Tutti" ed il tenore Masahiro Shimba si esibiscono in un concerto di Brani d'Opera per la realizzazione del progetto 9 Euro per la vita, che prevede la costruzione dei reparti maternità e pediatria nel sud-est Asiatico. In collaborazione con Ammesty International.
Visita il sito: www.amnesty.it

Interviste dopo il Concerto lirico - Insieme per la solidarietà

Ad Ancona il soprano Gabriella Costa racconta la sua passione per il bel canto e come l'abbia coltivata fino a farla diventare una professione alla quale si dedica con entusiasmo e applicazione.
Giovanni Fiorentini, promotore dell'iniziativa, spiega il fine del concerto benefico: la raccolta di fondi per costruire due reparti ospedalieri in Uganda e per soccorrere i bambini poveri, che rischiano di morire per fame e per malattie curabili. Un problema che riguarda il futuro di tutti, approfondito e spiegato, con grande ricchezza d'umanità da Maurizio Mimme.
Visita il sito: www.volontariatomarche.it/mtdc.htm

IV° Concorso Internazionale di Canto Lirico

IV° Concorso Internazionale di Canto Lirico
ANSELMO COLZANI
Il concorso è legato al Laboratorio Lirico del Teatro Consorziale di Budrio e alla ricerca del cast per la messa in scena di opere liriche e concerti.
Lo scopo è quello di portare in scena artisti con buone qualità artistiche che non si siano ancora messi in evidenza nel panorama musicale internazionale.
Riprese effetuate presso il Teatro Consorziale di Budrio
Con il pratrocinio della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Bologna
Riprese video realizzate in collaborazione con www.universotv.it