Chi è Online

247 visite
Libri.itN.191 GO HASEGAWANYT. 36 HOURS. MOUNTAINS, DESERTS, & PLAINSRENOIR. PITTORE DELLA FELICITÀANDO (I) #BasicArtL

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: TEATRO - DANZA

Totale: 224

Vita mia, parla - Dal nostro rifiuto allo sterminio scientifico

NADiRinforma propone la lettura-spettacolo "Vita mia, parla - Dal nostro rifiuto allo sterminio scientifico".I versi e le parole della scrittrice Mariella Mehr ripercorrono il tentativo di sterminio scientifico attuato in Svizzera tra il 1926 ed il 1973.Testi a cura di Dijana Pavlovic e Giuseppe di LevaIn scena: Dijana Pavlovic (voce recitante) e George Moldoveanu (violino)La lettura-spettacolo, promossa dal Centro Studi "G. Donati" di Bologna è andata in scena martedì 15 maggio 2012, porta all'attenzione del pubblico il dramma della persecuzione dei Rom attraverso le parole e i versi della scrittrice e poetessa Mariella Mehr, sopravvissuta alle violenze e agli abusi subiti nel secondo dopoguerra in Svizzera.Mariella Mehr, nata a Zurigo da madre zingara di ceppo Jenisch, è stata strappata ai genitori e affidata a famiglie stanziali; in seguito, è sballottata in sedici orfanotrofi e tre riformatori. Subisce anche un ricovero in una linica psichiatrica e trascorre diciotto mesi in prigione, con violenze di ogni tipo, dagli abusi sessuali all'elettroschock. Dopo la nascita del figlio, che le viene subito sottratto, è sterilizzata come era già accaduto alla madre.Da queste esperienze nasce la ricca produzione letteraria di Mariella Mehr che dà voce e visibilità alla memoria e alla sofferenza di un intero popolo, denunciando le violenze e le discriminazioni che ancora oggi i rom (e non solo) subiscono in tutto il mondo.L'iniziativa è stata realizzata con il contributo dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna ed in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione e l'associazione NADiRinformaSi ringrazia:Mariella Mehr per la disponibilità e partecipazione nella creazione dello spettacoloAnna Roshat, traduttrice e amica di Mariella Mehr per la collaborazione nell'allestimento dello spettacolo: Pierluigi don Toffenetti, presidente dell'Istituto XII ApostoliAntonello Ghezzi I volontari del Cinema Perla ed in particolare Guido Rossi, Rossella Vigneri e Nicola Rabbi di BandieraGialla, portale di informazione sociale dell'area metropolitana bolognese Renato Minguzzi e Mariana De Carlo

Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: www.mariellamehr.com

Visita il sito: www.centrostudidonati.org

Il Bandito Giuliano di Nino Racco

La storia del bandito Giuliano narrata da Nino Racco al csoa Cartella di Reggio Calabria.

Matematica e mirtilli

Spettacolo teatrale di e con Giorgio Boccassi e Donata Boggio SolaColtelleria Einstein Matematica e mirtilli: quale arcano motivo lega due elementi così lontani? Alle origini era il desiderio di parlare degli studenti che non trovano motivazioni nelle materie scientifiche e dell'impegno dell'insegnante teso ad accendere in loro la scintilla della curiosità. Da questi propositi sorge l'idea di "Matematica e mirtilli". Uno studente alle prese con la storia romana (Orazi e Curiazi) subisce interferenze matematiche che confondono l'andamento della storia, ma l'insegnante di matematica arriva in aiuto, come un cupido pronto a far scoccare l'amore per la conoscenza.Lo spettacolo si configura come un "Maths show", una divertente ma puntuale lezione di scienze:i due attori, Giorgio Boccassi e Donata Boggio Sola, sono di volta in volta professori, conferenzieri, studenti, scienziati, ma anche esecutori di coreografie "numeriche" e personaggi storici alle prese con i calcoli. L' ostica materia perde il proprio freddo vestito e scopre di se stessa il lato interessante e stimolante, evidenziando il senso di esplorazione che caratterizza ogni ricerca.La singolarità dello spettacolo è nella scelta di temi matematici poco frequentati: i simboli numerici, la nascita dei numeri, lo zero, i paradossi, l'infinito, ospite d'onore il teorema di Pitagora. Alla base di tutto c'è l'amore per la ricerca e la curiosità, l'amore per una didattica che faccia divampare la sete di sapere.

Visita il sito: www.coltelleriaeinstein.it

Cappuccetto Rosso e il lupo solitario

SPETTACOLO TEATRALECappuccetto Rosso, diventata grande, ha aperto un atelier di moda, specializzato in cappelli rossi.Un giornalista di tv, del programma "Natura selvaggia", deve realizzare una puntata sulla vita dei lupi e arriva ad intervistare Cappuccetto Rosso, per conoscere la sua storia.Così Cappuccetto Rosso torna indietro nel tempo e ricorda la sua avventura, straordinaria e drammatica. La fiaba di Cappuccetto Rosso rivive così in questa intervista-spettacolo, attraverso i ricordi della stessa protagonista.La particolarità dello spettacolo è che alla vicenda della bambina dal cappellino rosso, si alternano le informazioni sulla vita e sul comportamento del lupo: la vita nel branco, le tecniche di caccia, l'amore per i cuccioli, le gerarchie di gruppo.

Visita il sito: www.coltelleriaeinstein.it

Quartetto Euphoria live a Reggio Calabria

Divertente spettacolo ad opera di quattro simpaticissime violiniste.

Restiamo Umani - Teatro al csoa Cartella di Reggio C.

Lo spettacolo, interpretato e musicato da Luca Privitera e Elena Ferretti, è frutto di una rivisitazione degli stessi scritti di Vik, parole imbrattate di sangue, di fosforo bianco, di schegge esplosive, di barriere, di volti segnati dalla sofferenza, di mani distrutte dall'odio che restituiscono immagini e sensazioni a noi normalmente lontane.

Mamma

Spettacolo eseguito presso il Teatro Polaresco di Bergamo il 12 Nov 2011

Al Cavallino Bianco

Eseguitoil 12 novembre 2011 al Tetro Polaresco di Bergamo

O Surdato 'nammurato

Dallo Spettacolo Il Gran Varietà della Vita del 12 Nov 2011 al Teatro Polaresco di Bergamo

Il Teatro delle Rane

Spettacolo del Teatro delle Rane al csoa Cartella di Reggio Calabria.