Arcoiris TV

Chi è Online

100 visite
Libri.itROBERT CRUMB. SKETCHBOOK. VOL. 2: SEPT. 1968–JAN. 1975LIBRI, PIEGHE E FANTASIASTEVE MCCURRY. AFGHANISTANUPCYCLING L’ARTE DEL RECUPEROASSEMBLARE!

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: STORIA e POLITICA

Totale: 118

03)- Il genocidio degli armeni tra memoria e storia - Intervento di Pietro Somaini

Il genocidio degli armeni tra memoria e storia.
Per decenni uno degli eventi più drammatici della storia del Novecento è stato quasi completamente ignorato dalla nostra opinione pubblica Se ne discute in Casa della Cultura in occasione del 'Novantesimo' del genocidio, in una serata organizzata con la collaborazione dell'Unione degli Armeni in Italia e della Chiesa apostolica armenica di Milano.
Marcello Flores, storico, Pietro Somaini, studioso di relazioni internazionali, e Agop Manoukian, sociologo, mettono a fuoco la rilevanza storiografica e politica dellla riflessione sul genocidio armeno. Soprattutto lo stato e la società civile della Turchia sono chiamati a rimuovere una colpevole rimozione che si trascina da quasi un secolo.
Ha partecipato alla discussione anche l'ambasciatore armeno in Italia Ruben Shugarian.
In collaborazione con l'Unione degli Armeni d'Italia e la Chiesa Apostolica Armena di Milano.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano.

Visita il sito: www.casadellacultura.it

Insegnare i 70

Le nuove politiche per la salute e la Legge Basaglia, movimenti femminili e trasformazioni della società civile. Incontro con:
Cinzia Migani (Istituzione G.F. Minguzzi)
Elda Guerra (Landis - Associazione Orlando).

Visita il sito: www.cedost.it

Foibe Giuliane

Un documentario di Bruno Capuana.
Il contesto, le cause, la storia e la propaganda di un dramma novecentesco.
(...) "Voglio, infine, testimoniare la solidarietà, mia personale e della Provincia di Milano, verso i familiari delle vittime, di tutte le vittime innocenti della violenza che ha insanguinato queste regioni europee in quei tragici anni. Le guerre sono sempre fonti di crimini. Per questo voglio rinnovare anche il mio impegno e l'augurio per un mondo senza guerre, governato solo da pace, solidarietà e giustizia".
Giansandro Barzaghi
Realizzato con la Provincia di Milano Assessorato all'Isruzione ed Edilizia Scolastica

Visita il sito: www.corto16.net

NADiRinforma incontra Enzo Barnabà

Grimaldi Sup. (Ventimiglia - IM) 29 giugno 2009 NADiRinforma incontra Enzo Barnabà, scrittore e storico impegnato da sempre a comprendere l'attualità attraverso la storia. Ha studiato lingua e letteratura francese a Napoli ed a Montpellier e storia a Venezia e Genova. Ha insegnato lingua e letteratura francese in vari licei del Veneto e della Liguria. A Ventimiglia ha fondato il Circolo "Pier Paolo Pasolini", forse l'istituzione culturale più prestigiosa dell'estremo ponente ligure. Essendo passato alle dipendenze del Ministero degli Esteri, ha svolto la funzione di lettore di lingua e letteratura italiana presso le Università di Aix-en-Provence e di insegnante-addetto culturale ad Abidjan, Scutari e Niksic. Vive attualmente a Grimaldi di Ventimiglia, dove la riviera del ponente ligure si confonde con quella francese. La chiacchierata prende spunto dalla lettura del libro giunto alla seconda ristampa: Morte agli italiani! Il massacro di Aigues-Mortes 1893. Il racconto, documentato dai fatti che occorsero nel paesino della Camargue noto per la vasta presenza di saline il 17 agosto 1893, è supportato dall'acuta ed attenta analisi che Barnabà riesce a proporre in maniera snella ed efficace alla comprensione della terribile situazione nella quale tutti noi versiamo a tutt'oggi. La propaganda populista e cieca che oggi domina la scena politica trova un sostegno storico che, se riscoperto, potrebbe aiutare a comprendere meglio ciò che i discorsi privi di fondamenta dal punto di vista sociologico e di coscienza civica implodono nelle piazze sostenuti da un sistema mediatico sempre più fazioso, circonstanziato e manipolativo... in sintesi propagandistico! "Gli italiani cominciano ad esagerare con le loro pretese. Presto ci tratteranno come un Paese conquistato... fanno concorrenza alla manodopera francese e si accaparrano i nostri soldi a vantaggio del loro Paese" (E.Barnabà) Con un po' di pudore e tanta vergogna ascoltiamo parole cariche di arrogante ignoranza e scarsa lungimiranza che echeggiano dai pulpiti partitici e che, ahinoi, sembrano coinvolgere le folle disperate e da condizioni di vita in fase di mutazione e dalla cecità determinata dalla miseria imperante: "a cosa attribuire tanto sadismo se non al meccanismo psicologico di chi sfoga sull'altro l'odio che prova nei confronti della miseria di cui è intessuta la propria storia passata e presente ?" (E.Barnabà)

Visita il sito: www.mediconadir.it

02) Il genocidio degli armeni tra memoria e storia - Intervento di Marcello Flores

Il genocidio degli armeni tra memoria e storia.
Per decenni uno degli eventi più drammatici della storia del Novecento è stato quasi completamente ignorato dalla nostra opinione pubblica Se ne discute in Casa della Cultura in occasione del 'Novantesimo' del genocidio, in una serata organizzata con la collaborazione dell'Unione degli Armeni in Italia e della Chiesa apostolica armenica di Milano.
Marcello Flores, storico, Pietro Somaini, studioso di relazioni internazionali, e Agop Manoukian, sociologo, mettono a fuoco la rilevanza storiografica e politica dellla riflessione sul genocidio armeno. Soprattutto lo stato e la società civile della Turchia sono chiamati a rimuovere una colpevole rimozione che si trascina da quasi un secolo.
Ha partecipato alla discussione anche l'ambasciatore armeno in Italia Ruben Shugarian.
In collaborazione con l'Unione degli Armeni d'Italia e la Chiesa Apostolica Armena di Milano.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano.

Visita il sito: www.casadellacultura.it

04)- Il genocidio degli armeni tra memoria e storia - Intervento dell'Ambasciatore Armeno Ruben Shugarian

Il genocidio degli armeni tra memoria e storia.
Per decenni uno degli eventi più drammatici della storia del Novecento è stato quasi completamente ignorato dalla nostra opinione pubblica Se ne discute in Casa della Cultura in occasione del 'Novantesimo' del genocidio, in una serata organizzata con la collaborazione dell'Unione degli Armeni in Italia e della Chiesa apostolica armenica di Milano.
Marcello Flores, storico, Pietro Somaini, studioso di relazioni internazionali, e Agop Manoukian, sociologo, mettono a fuoco la rilevanza storiografica e politica dellla riflessione sul genocidio armeno. Soprattutto lo stato e la società civile della Turchia sono chiamati a rimuovere una colpevole rimozione che si trascina da quasi un secolo.
Ha partecipato alla discussione anche l'ambasciatore armeno in Italia Ruben Shugarian.
In collaborazione con l'Unione degli Armeni d'Italia e la Chiesa Apostolica Armena di Milano.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano.

Visita il sito: www.casadellacultura.it

01)- Il genocidio degli armeni tra memoria e storia - Introduzione al dibattito di Agop Manoukian

Il genocidio degli armeni tra memoria e storia.
Per decenni uno degli eventi più drammatici della storia del Novecento è stato quasi completamente ignorato dalla nostra opinione pubblica Se ne discute in Casa della Cultura in occasione del 'Novantesimo' del genocidio, in una serata organizzata con la collaborazione dell'Unione degli Armeni in Italia e della Chiesa apostolica armenica di Milano.
Marcello Flores, storico, Pietro Somaini, studioso di relazioni internazionali, e Agop Manoukian, sociologo, mettono a fuoco la rilevanza storiografica e politica dellla riflessione sul genocidio armeno. Soprattutto lo stato e la società civile della Turchia sono chiamati a rimuovere una colpevole rimozione che si trascina da quasi un secolo.
Ha partecipato alla discussione anche l'ambasciatore armeno in Italia Ruben Shugarian.
In collaborazione con l'Unione degli Armeni d'Italia e la Chiesa Apostolica Armena di Milano.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano.

Visita il sito: www.casadellacultura.it

05)- Il genocidio degli armeni tra memoria e storia - Domande del pubblico e conclusioni

Il genocidio degli armeni tra memoria e storia.
Per decenni uno degli eventi più drammatici della storia del Novecento è stato quasi completamente ignorato dalla nostra opinione pubblica Se ne discute in Casa della Cultura in occasione del 'Novantesimo' del genocidio, in una serata organizzata con la collaborazione dell'Unione degli Armeni in Italia e della Chiesa apostolica armenica di Milano.
Marcello Flores, storico, Pietro Somaini, studioso di relazioni internazionali, e Agop Manoukian, sociologo, mettono a fuoco la rilevanza storiografica e politica dellla riflessione sul genocidio armeno. Soprattutto lo stato e la società civile della Turchia sono chiamati a rimuovere una colpevole rimozione che si trascina da quasi un secolo.
Ha partecipato alla discussione anche l'ambasciatore armeno in Italia Ruben Shugarian.
In collaborazione con l'Unione degli Armeni d'Italia e la Chiesa Apostolica Armena di Milano.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano.

Visita il sito: www.casadellacultura.it

Enrico Berlinguer - la sua stagione

regia: Ansano Giannarelli
collaborazione e testi: Ugo Baduel
ricerche: Fabrizio Berruti
organizzazione: Paolo Di Nicola
montaggio: Claudio Di Lolli
musica: Nicola Bernardini, Antonella Talamonti
produzione: Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico
Un ritratto di grande interesse del leader comunista. Non si tratta infatti di una biografia tradizionale, impostata secondo criteri cronologici. Della "stagione" di Berlinguer vengono tratteggiati, a blocchi tematici, alcuni periodi e nodi principali, certe sue specifiche caratteristiche, alcuni aspetti peculiari della sua personalità. Così, insieme alla rievocazione delle grandi vittorie del PCI, delle lacerazioni del mondo comunista, delle iniziative di Berlinguer in campo internazionale, il film mette in evidenza come egli si muoveva tra la gente, il suo rapporto sapiente con i mezzi di comunicazione, com'è diventato comunista, l'ironia di cui era capace accanto alla durezza, lo stile di comportamento, quel poco di vita privata su cui esistono immagini, le parole che ha "inventato".
Il film è il risultato di una approfondita ricerca effettuata negli archivi sia cinematografici che televisivi; la selezione è stata guidata dal criterio della validità dei documenti, in qualche caso anche inediti, superando, se necessario, eventuali preoccupazioni di carattere tecnico.
Cortesia di Iride Tv

Visita il sito: www.iride.tv

03)Crisi dell'antifascismo - Intervento di Mimmo Franzinelli

Crisi dell'antifascismo.
Attualità dell'antifascismo?

Gli storici: Mimmo Franzinelli, Salvatore Lupo e Santo Peli discutono con studenti, ricercatori, giovani esponenti politici.
Coordina: Ferruccio Capelli
Mimmo Franzinelli, studioso dell'Italia Fascista e componente del Comitato scientifico dell'INSMLI. Per il 60° anniversario della Liberazione ha curato le "Ultime lettere di condannati a morte e deportati della Resistenza"
Salvatore Lupo, Università di Palermo, autore di "Partito e antipartito. Una storia politica della Prima Repubblica (1945-1978)", di "Il fascismo. La politica di un regime totalitario" e di numerosi altri studi.
Santo Peli, Università di Padova, autore di "La resistenza in Italia. Storia e critica" e di numerosi altri studi.
Incontro registrato presso la Casa della Cultura di Milano
Visitia il sito: www.casadellacultura.it